Thursday, April 27, 2006

Oggi mi sento quasi felice



leggevo il blog di Carla e uno strano sorriso mi si è stampato sulla bocca.. poi ho capito perchè:::
troppe volte ci dimentichiamo ciò che siamo veramente, troppe volte sentiamo il bisogno di andare chissa dove e invece sarebbe meglio stare fermi..



quindi come mio solito sono andato davanti alla libreria, chiudo gli occhi prende un libro e apro a caso:

Tao Tè Ching
Il libro della Via e della Virtù

Capitolo XIV
Ciò che si guarda senza vederlo si chiama incolore.
Ciò che si ascolta senza udirlo si chiama afono.
Ciò che si tocca senza afferrarlo si chiama sottile.
Non si può scrutare oltre queste tre qualità, perchè, confuse insieme, essere formano un'unità
Il suo sorgere non è risplendente, nè il suo tramontare oscuro. Operando in ramificazioni infinite, che non possono essere espresse da termini, essa torna all'immateriale. E' ciò che si chiama Forma dell'Informe. Immagine dell'Immateriale: ma tali appellativi sono soltanto vaghe approssimazioni.
Valle incontro, e non vedrai che il capo. Seguila, e non ne vedrai il fondo.
Se ci si attiene alla via dell'antichità per guidare l'esistenza di oggi, si può conoscere l'origine primordiale: questo si chiama svolgere il filo della Via.

3 Comments:

Blogger Carla said...

Stupende parole. Devo farti parlare con una persona..

4:39 AM  
Blogger Giacomo said...

e cioè?

come va oggi..?

11:19 PM  
Blogger Carla said...

Una merdaviglia :-)
ma il sole mi sorride sempre

1:05 AM  

Post a Comment

<< Home